Jornaling per gli imprevisti

Come comportarsi di fronte a un imprevisto? Tra agitazione e euforia del nuovo, il journaling può aiutarti a trovare il giusto equilibrio.

di Parvati Helen Broom

Come nella vita, così nel journaling. Di fronte a un cambiamento inaspettato, alcune persone si sentono sopraffatte e altre si sentono euforiche. La prospettiva di trovarsi all’improvviso senza un piano, uno schema o una struttura, può suscitare un senso di agitazione, un sentimento di terrore, paura dell’ignoto; o al contrario un senso di nuove possibilità, anche possibilità infinite, e la frustrazione che non ci sia abbastanza tempo o energia per esplorarle tutte. Gli stessi sentimenti possono essere presenti anche quando ci troviamo di fronte a una pagina bianca del nostro diario.

Ma uno dei tanti vantaggi del journaling è quello di appaiare questi due elementi all’interno della nostra coscienza, come due potenti flussi che rappresentano la natura della dualità: energie che si muovono in direzioni diverse, ovvero polarità di pensiero. Il fluttuare di queste due energie può essere colto e unificato attraverso un’unica sessione di journaling (e attraverso una pratica ripetuta), e può essere portato così in equilibrio e in armonia; le due energie possono essere messe al servizio della nostra crescita, soprattutto quando le usiamo per creare uno spazio di riflessione e introspezione.

Ecco alcuni semplici modi per portare un senso di unione e armonia nella tua vita attraverso il diario:

  1. Esercitati a “elencare” per trasformare l’energia agitata. Quando senti che la tua mente sta correndo e i tuoi pensieri sono travolgenti, prendi il controllo su quell’energia a spirale scrivendo una lista. Può essere lunga o corta quanto vuoi, ma l’atto di enumerare i nostri pensieri e le nostre idee può davvero aiutarci a ridurre il potere che l’energia ha su di noi, specialmente se ci concentriamo mentre individuiamo le varie voci. Potrebbe essere il classico elenco di gratitudine, un elenco di tutto ciò che è colorato di blu nelle vicinanze o un elenco di ciò che ti piace dell’autunno. La scelta è tua. (Elencare ciò che ti circonda sarà particolarmente utile per portarti a una maggiore consapevolezza del momento presente).
  2. Pratica Likhita japa. Questa è l’arte di scrivere un nome del Divino più e più volte. Scegli il nome del tuo Guru, un santo o una qualità che ti eleva, come l’amore, la pace o la gioia, e scrivi la parola ancora e ancora, consapevolmente e consapevolmente, finché non senti che le tue energie iniziano a fondersi con quella vibrazione. Puoi persino usare le parole per creare un disegno, ad esempio “disegnando” un simbolo AUM scrivendo ripetutamente la parola “AUM” o “pace”.
  3. Disegna un contorno della testa e delle spalle e traccia una linea al centro per creare due metà. Aggiungi i dettagli (parole, simboli, mini-disegni) che rappresentano queste due energie opposte mentre si esprimono attraverso la tua personalità: energia paurosa e reticente da un lato, energia agitata e sfocata dall’altro. Quando hai finito di disegnare, medita brevemente. Guarda il disegno nel suo insieme ed evidenzia eventuali somiglianze che potresti notare tra i due lati. Siediti tranquillamente e rifletti su cosa può esserci dietro queste manifestazioni: cosa le sta guidando? È la sensazione di non essere capaci? Paura di fallire? Scrivi liberamente sulle tue intuizioni per alcuni minuti (scrivendo senza pause) finché non senti che l’energia si è spostata e hai raggiunto chiarezza e armonia nel tuo Sé.

Original English version

As in life, so in journalling. When faced with an unexpected change, some people feel overwhelmed and some people feel exhilarated. The unforeseen prospect of no plan, outline or structure can bring up a sense of agitation, a feeling of dread, a fear of the unknown; or, conversely, a sense of infinite possibilities, even overwhelmingly infinite possibilities, and a frustration that there just isn’t enough time or energy to explore them all. The same feelings may also be present when we find ourselves faced with a blank page in our journal.

But one of the many benefits of journalling can be to marry these two elements within our consciousness, these two powerful flows which represent the nature of duality: energies moving in different directions, polarity of thought. The fluctuating expression of these two energies can be caught and unified through a single journalling session (and through a repeated practice) and brought into balance and harmony; they can be put to the service of our growth, especially when we use them to create a space for reflection and introspection.

Here are some easy ways to bring a sense of union and harmony into your life through journalling:

  1. Practice ‘listing’ to transform agitated energy. When you feel that your mind is racing and your thoughts are overwhelming, get a firm grip on that spiralling energy by writing a list. It can be as long or as short as you like, but the act of numbering our thoughts and ideas can really help us to reduce the power that energy has over us, especially if we give it a focus. It could be the classic gratitude list, a list of everything nearby coloured blue or a list of what you like about Autumn. The choice is yours. (Listing what’s in your surroundings will be especially helpful in bringing you to greater awareness of the present moment.)
  1. Practise Likhita japa. This is the art of writing a name of the Divine over and over again. Choose the name of your Guru, a saint or a quality that uplifts you, such as love, peace or joy, and write the word over and over, consciously and mindfully, until you feel your energies begin to merge with that vibration. You can even use the words to create a design, for example, ‘drawing’ an AUM symbol by repeatedly writing the word ‘AUM’ or ‘peace’.
    Draw an outline of your head and shoulders and draw a line down the middle to create two halves. Add in details (words, symbols, mini-drawings) that represent these two opposing energies as they express themselves through your personality: fearful and reticent energy on one side, scattered and unfocused energy on the other. When you have finished the drawing, meditate briefly. Look at the drawing as a whole and highlight any similarities you may notice between the two sides. Sit quietly and reflect on what may be behind these manifestations: what is driving them? Is it a sense of not being capable? A fear of failing? Free-write on your intuitions for a few minutes (writing without pausing) until you feel the energy has shifted and you have achieved clarity and harmony within your Self.

Condividi l’articolo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli recenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright 2021© Yogananda Edizioni Srl – Impresa sociale. All Right Reserved.
Frazione Morano Madonnuccia, 7 – 06023, Gualdo Tadino (PG)
[email protected] | +39 075 914 83 75
C.F. e P.IVA 03761550544 – N.REA PG-311962 | Privacy e Cookie Policy