L’eterna battaglia tra il buio e la luce

Mentre Giove ancora ci sostiene con la sua guida, altre possibili sfide ci attendono nei mesi a venire: al solito saranno opportunità per la nostra crescita. Intanto festeggiamo la luce del solstizio.

di Mauro Grande

Spero che tutti quanti noi siamo sintonizzati sulle influenze benevole ed espansive di Giove nella costellazione dei Pesci (nonostante il mondo…). Questo passaggio è iniziato ad aprile scorso e durerà un anno. Avevamo spiegato nel precedente articolo che questo non vuol dire la fine delle sfide ma la nascita di un nuovo sentire, più positivo e più speranzoso. No, le sfide non sono finite. Ma adesso possiamo cominciare a diventare più “protagonisti” individualmente, consapevoli dell’influenza che possono avere sul mondo i nostri pensieri, le nostre azioni e le nostre vite. Giove ci sta aiutando a maturare una nuova percezione.

Alcuni anni fa un devoto ebbe una visione del grande maestro Babaji; e il devoto chiese come mai Egli permettesse al male di causare tanta sofferenza. La risposta che ricevette fu più o meno: “Il mio compito non è quello di fermare il male. Il mio compito è quello di aumentare la Luce”.

Paramhansa Yogananda dice: “Nella creazione, la grande battaglia tra lo Spirito e le espressioni imperfette della Natura continua costantemente. Ovunque nel mondo possiamo osservare la battaglia silenziosa tra perfezione e imperfezione. Dovunque i perfetti modelli di saggezza dello Spirito devono contendere coi modelli imperfetti dell’illusione universale. Qualcosa cerca d’esprimere coscientemente tutto il bene, mentre qualcos’altro cerca coscientemente di contrastare il bene con tentativi segreti di cattive espressioni. Il corpo umano è il vero e proprio campo di battaglia della guerra tra saggezza e ignoranza (la cosciente forza illusoria)”.

Forse mai come adesso è stata percepibile nel mondo questa dualità. Scegliamo di stare dalla parte della Luce e lavorare consapevolmente per aumentare la Luce! Come fanno i Maestri, gli Angeli, le forze dell’Amore. Gesù disse: “gli operai sono pochi”… allora, è necessario anche il nostro contributo…

Intanto il 4 giugno è iniziato il moto retrogrado di Saturno, durerà fino al 30 luglio. È un evento del tutto naturale, avviene ogni anno. Il fatto è che quando un pianeta è retrogrado fa sentire in modo più intenso la sua influenza (nel bene e nel male) poiché viene a trovarsi ad una minore distanza dalla Terra.

Questo moto retrogrado riporterà Saturno indietro nella costellazione del Capricorno, da cui era uscito lo scorso aprile. Nella costellazione del Capricorno ha già dimorato da gennaio 2020… fino ad aprile 2022. Questa nuova permanenza potrebbe riproporre vecchie tematiche degli ultimi anni, sia per gli individui che per il collettivo. Potresti sentire dei rallentamenti. È il momento di fare le revisioni, e per qualcuno potrebbe essere il momento degli “esami”. C’è un karma da chiudere.

Saturno uscirà definitivamente dal Capricorno il 7 gennaio 2023; questo sarà l’inizio del cambiamento decisivo. Ci potrebbero essere momenti in cui la pressione potrebbe aumentare. Nell’articolo precedente scrivevo:

Marte in Ariete dal 25 giugno al 8 agosto. Una estate calda…

Un’altra congiunzione di cui essere consapevoli è quella che si avrà il 1 agosto 2022 quando Marte sarà insieme a Rahu. Una combinazione che genera aggressività, combattività.

A voler essere precisi, il 1 agosto vedrà congiunti perfettamente Marte, Rahu e Urano a 25° nella costellazione dell’Ariete, in una Nakshatra chiamata Bharani dalle caratteristiche Fuoco «molto spiccate»… eventi improvvisi, inattesi, fuoco, irruenza.

PRUDENZA nei giorni a cavallo di questa data (10 giorni prima e dopo)…

Marte in Krittika Nakshatra dal 5 al 27 agosto indica ancora “energia calda”, sfide di potere.

Anticipiamo anche nel periodo dal 10 settembre al 2 ottobre avremo la contemporaneità di tre pianeti retrogradi: Saturno, Giove, Mercurio. Potrebbe essere un momento di confusione globale e crisi.

Ma restiamo consapevoli della presenza potente della Luce e dell’Amore rappresentata dal transito bellissimo di Giove nella costellazione dei Pesci.

Martedi 21 giugno è il Solstizio d’Estate. Nei suoi Ashram, Sri Yukteswar celebrava solennemente come Sacre festività i Solstizi e gli Equinozi. Magari possiamo fare lo stesso anche noi, ovunque ci troviamo il 21 giugno, celebriamo consapevolmente il potere del Sole, della Verità e della Vita. E se saremo in tanti creeremo un’onda energetica potente che contribuirà ad “aumentare la Luce”.

 

Condividi l’articolo su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

Articoli recenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright 2021© Yogananda Edizioni Srl – Impresa sociale. All Right Reserved.
Frazione Morano Madonnuccia, 7 – 06023, Gualdo Tadino (PG)
[email protected] | +39 075 914 83 75
C.F. e P.IVA 03761550544 – N.REA PG-311962 | Privacy e Cookie Policy