I giochi di Mercurio e le sintonie del nuovo anno

di Mauro Grande

Per comprendere alcune influenze planetarie forse destabilizzanti che potrebbero presentarsi nelle prossime settimane (e che a più riprese torneranno durante il 2024) ritengo necessario spiegare il concetto di “GANDANTA ”. Questo termine si potrebbe letteralmente tradurre come “il nodo finale.

GANDANTA indica dei punti di discontinuità energetica nella fascia delle costellazioni; ve ne sono tre. Il primo è situato tra la costellazione dei Pesci e quella dell’Ariete; il secondo è situato tra la costellazione del Cancro e quella del Leone; il terzo è situato tra la costellazione dello Scorpione e quella del Sagittario. Ovvero, siamo in una situazione “GANDANTA” ogni qualvolta si passa da una costellazione d’Acqua ad una di Fuoco (ed anche viceversa). I Pianeti quando in transito in quei punti sono in una situazione di stress, di forte discontinuità energetica. Come quando inaspettatamente va via la corrente per un po’ e poi ritorna. Questi punti indicano instabilità.

Accade un fatto singolare nei prossimi giorni, e questa singolarità si ripresenterà più volte nel 2024; il protagonista sarà Mercurio.

Il pianeta Mercurio è entrato nella costellazione del Sagittario (uscendo dallo Scorpione) il 26 novembre 2023. Quindi ha attraversato il punto GANDANTA tra le due costellazioni.

Il 13 dicembre 2023 Mercurio inizierà un moto retrogrado che lo riporterà indietro nello Scorpione. Quindi passerà, retrocedendo, per la seconda volta in GANDANTA il 29 dicembre 2023.

Il 2 gennaio 2024 Mercurio riprende il suo moto diretto che lo porterà ancora i Sagittario. Ovvero, per la terza volta transiterà in GANDANTA il 5 gennaio 2024.

Sembrano giorni con energia instabile! Siccome Mercurio nel cielo è sempre molto vicino al Sole e a Venere, in quei giorni anche il Sole e Venere transitano negli stessi punti; e ovviamente anche la Luna che è l’astro più veloce. Ma altra particolarità di questo momento è che il 26 dicembre del 2023 anche Marte terrà compagnia al gruppetto transitando anche lui in quel punto. Meglio stare sobri e tranquilli a cavallo di questi giorni. Potrebbe essere un momento di sorprese.

Ancora in questo periodo:

Il 13 dicembre 2023 RAHU entra in Pesci (ancora un punto GANDANTA!) dopo circa 1,5 anni in Ariete.

Il 31 dicembre 2023 finisce il moto retrogrado di Giove.

Quindi tante cose si muovono sul piano sottile, dentro di noi e fuori di noi, singolarmente e collettivamente.

Il punto GANDANTA tra lo Scorpione e il Sagittario (oggetto di quanto sopra) si chiama ABHUKTA MULA, ed è il più potente e difficile tra i tre punti. Ho condiviso in altre occasioni che, astronomicamente, in corrispondenza dell’inizio del Sagittario vi è il Centro della Galassia, ovvero il Visnnabhi di cui parla Sri Yukteswar nel suo magnifico libro La scienza sacra. Dal Visnunabhi si diffonde in tutta la Galassia la Volontà Creatrice. Quindi ABHUKTA MULA indica il Vishnunabhi. Il passaggio contemporaneo di così tanti pianeti in quel punto, secondo me, indica che è iniziato un “processo di sintonizzazione”… Restiamo dunque in ascolto e fiduciosi.

Nel 2024 questi passaggi avverranno negli altri due punti GANDANTA. Ci aggiorneremo… e intanto osserviamo il tenore di queste settimane.

 

“Sono minacciato da tutti i fuochi della Terra, ma non posso essere distrutto. Il fuoco non può bruciarmi, l’acqua non può bagnarmi, i venti non possono spazzarmi via, gli atomi non possono frantumarmi. Sono un essere immortale che sogna le lezioni dell’immortalità, non per essere schiacciato, ma intrattenuto”.

Paramhansa Yogananda.

Condividi l’articolo su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

Articoli recenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2021© Yogananda Edizioni Srl – Impresa sociale. All Right Reserved.
Frazione Morano Madonnuccia, 7 – 06023, Gualdo Tadino (PG)
amicideilibri@yoganandaedizioni.it | +39 075 914 83 75
C.F. e P.IVA 03761550544 – N.REA PG-311962 | Privacy e Cookie Policy