Sapori d’estate: panzanella

D’estate possiamo dimenticare i fornelli. Uno dei piatti simbolo della bella stagione è la panzanella. Ecco la versione vegan.

di Elena Losi

Le giornate più lunghe dell’anno, l’aria calda, la Natura al suo massimo splendore, la voglia di vacanza e di ore trascorse all’aperto. Questa è l’estate, appena cominciata ma già celebrata con cene in giardino insieme agli amici, il profumo di candele alla citronella e il canto dei grilli che fa da sfondo alle serate. È il momento dell’anno in cui si dimenticano i fornelli e si dà spazio a ingredienti freschi e di stagione.

Uno dei piatti simbolo di questa stagione è, per me, la panzanella: un inno al pane raffermo, ai re degli ortaggi estivi e delle piante aromatiche. Ci sono tante versioni della panzanella quante sono le tavole a cui si siedono le famiglie, ma tre sono gli ingredienti immancabili: il pane raffermo, meglio se toscano o in cassetta, il pomodoro e il basilico. Il resto degli ingredienti offre sfogo alla fantasia di chi cucina e al gusto di chi la mangia.

La mia versione contempla anche il cetriolo, le olive e l’erba cipollina al posto delle cipolle. Ecco la mia ricetta

Panzanella
Ingredienti per 4 persone
300 gr di pane raffermo
2 pomodori maturi grandi o l’equivalente in volume di altro tipo di pomodori
1 cetriolo medio tagliato fine o pressato con poco sale
3 cucchiai di olive nere denocciolate e tagliate a metà
Erba cipollina tritata fine a piacere
Una decina di foglie di basilico sminuzzate
Olio oliva extra vergine
Sale
Aceto di mele
Pepe

Procedimento:

Taglia il pane a cubetti di mezzo cm, trasferiscilo in una ciotola capiente e condisci con olio, sale, aceto e poca acqua. Lascia a riposo finché il pane risulterà morbido

Nel frattempo prepara in una ciotola  i pomodori a tocchetti, i cetrioli a rondelle sottili o a mezzaluna, l’erba  cipollina tritata fine, le olive a metà e il basilico sminuzzato. Mescola tutto per bene e quando il pane si è ammorbidito unisci tutti gli ingredienti. Il pane deve essere morbido ma non bagnato. Nel caso strizzalo per eliminare il liquido in eccesso.

Assaggia e aggiusta il gusto con pepe,  ulteriore sale o aceto se necessario, e lascia riposare un’altra mezz’ora prima di servire per lasciare spazio ai sapori di amalgamarsi per bene

 

Condividi l’articolo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli recenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2021© Yogananda Edizioni Srl – Impresa sociale. All Right Reserved.
Frazione Morano Madonnuccia, 7 – 06023, Gualdo Tadino (PG)
[email protected] | +39 075 914 83 75
C.F. e P.IVA 03761550544 – N.REA PG-311962 | Privacy e Cookie Policy